La esperanza de estar siempre feliz y libre!


Oggi è il 18 giugno e gli Istituti Cervantes di tutto il mondo  festeggiano La fiesta de todos los que hablamos espanol! Che bello! che bello pensare che esista Una festa che festeggia una lingua!  Non un paese, o un territorio, ma una lingua che unisce i popoli! Uomini e donne che vivono in posti diversi in tutto il mondo! Scrive Gorgia nell’Encomio di Elena “la parola è un gran dominatore, che con un piccolissimo corpo e invisibilissimo, divinissime cose sa compiere; riesce infatti e a calmar la paura, e a eliminare il dolore, e a suscitare la gioia, e ad aumentar la pietà” …  parole che spesso vengo lanciate e abbandonate in un mare di confusione, riscoprire una lingua significa guardarne la sua poesia, la sua musica …. Significa esserne affascinati e meravigliati, essa infatti ci racconta sempre la storia di tanti popoli, di tante avventure, di tanti paesi! Oggi ci si chiede cual es tu palabra favorita del Espanol? Personalmente c’ho pensato a lungo e credo di amare allo stesso modo tre parole indipendentemente dalla lingua, le amo per la loro poesia, per la loro forza e per i loro racconti! Esse sono la libertad, la esperanza y la felicidad.

La libertà di essere sempre se stessi!

La speranza di esser sempre migliori di ciò che siamo stati!

La felicità di esser sempre al passo col tempo della vita!

La felicità però è sicuramente quella che preferisco, qualche anno fa un mio caro amico mi propose di vedere un film Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano, un film semplicemente fantastico che parla del segreto della felicità

 

La lentezza, il tempo della vita, il seguire sempre e comunque il Kainos!! Ecco cos’è la felicità! Parti, alzati e va dove tu sei diretto!

In questo le imprese possono esser fari fondamentali, attraverso politiche di gestione del capitale umano protese verso l’uomo, nel mese di Aprile su L’Impresa (n. 4/11 pp16-19), appare una intervista a Christian Boiron, e leggendola non posso non aver ritrovato molti di quei temi che qui, e altrove io pongo come architrave del mio pensiero, Boiron dice Bisogna credere nel potenziale delle persone. E chi dirige deve riconoscere e accettare serenamente i propri limiti. Ma questo credere significa sicuramente per Boiron, credere in una progettualità tanto è vero che lui nella stessa intervista dice Io tendo a distinguere gli obiettivi dal progetto.  Personalmente non credo negli obiettivi, credo invece nel progetto. Un progetto esprime una volontà profonda a livello individuale e collettivo. Un progetto è flessibile ed evolutivo. Gli Mbo, invece, sono sistemi di massimizzazione del rendimento. Quando cerchi di massimizzare prima o poi sconfini nella patologia. Non dobbiamo forzare un sistema per fargli ottenere il massimo.  Semmai dovremmo fargli ottenere il meglio. L’ottimizzazione è fisiologica, la massimizzazione è patologica. Il capo deve sentire a che livello di velocità può andare l’azienda.  L’obiettivo è fonte di tensione e spesso di frustrazione. Il progetto, invece, è il filo conduttore dell’impresa, ci libera dagli interessi personalistici e unisce dipendenti e azionisti, fornitori e clienti in un’unica direzione. E tutto questo ci porta a ciò che in questo blog più volte ho sottolineato e che Boiron così sintetizza Dobbiamo andare verso un’idea di lavoro come luogo di realizzazione personale e di scoperta di sé. Io credo che ciò si realizza solo se esista una progettualità che passi sicuramente attraverso strumenti come il bilancio della forza del lavoro! La felicità sta nel rallentare i propri ritmi di lavoro (Boiron ne è un esempio) per aumentare la produttività! Ecco occorre costruire percorsi lavorativi fondati sulla esperanza de estar siempre feliz y libre!

Buenos Dias a todos!

2 Comments Add yours

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...