In cammino verso Itaca


Questa storia, è la storia della mia vita, è la storia di chi non rinuncia alle sue passioni, ai suoi sogni… che dopo tutti i casini della vita, crede ancora nel sogno di quando era piccolo… avevo 15 anni quando leggendo uno scritto di Lenin, fui incuriosito dai processi organizzativi, e decisi così di leggere un libro.. “Principi di organizzazione scientifica”… di leggere Taylor… è così che è iniziato tutto… è così che mi son messo in cammino verso il mio sogno, l’ho coccolato e mi ha coccolato… mi ha aiutato a sognare, a credere in me stesso… mi ha visto crescere… diventar uomo, mi ha visto abbandonarlo, ma mi ha visto, anche, riprenderlo… mi ha visto… e si… lui era li, come un fuoco che brucia dentro… era li anche quando qualcuno mi disse di abbandonare i miei sogni, perché son solo sogni… era lì anche quando qualcuno mi disse “che tanto chi vuoi che ti ascolti”…  era lì con una poesia in mano Itala (di Kavafis)… a ricordarmi che “quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze.”… a dirmi che “Sempre devi avere in mente Itaca/ Raggiungerla sia il tuo pensiero costante./ Soprattutto, pero’, non affrettare il viaggio;/ fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio/metta piede sull’isola, tu, ricco/dei tesori accumulati per strada/senza aspettarti ricchezze da Itaca./Itaca ti ha dato il bel viaggio,/ senza di lei mai ti saresti messo/ in viaggio: che cos’altro ti aspetti? / E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avra’ deluso./ Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso/ gia’ tu avrai capito cio’ che Itaca vuole significare.” Era lì… Era lì per dirmi che senza il Piacere, qualsiasi cosa si faccia non ha senso… era lì … Sempre lì… Credo che la parola Piacere sia una della più belle in assoluto, Socrate pensava fosse una virtù, nella mitologia era figlia di Amore e Psiche… Winnicott nel 1949 in Il bambino come essere che si sviluppa autonomamente scriveva

…siate felici! Siate felici perché siete considerate importanti. Godete per il fatto di lasciare che altri si occupino del mondo mentre voi procreate un nuovo membro della società. Siate felici di essere rivolte all’interno di voi, quasi innamorate di voi stesse, perché il bambino  è quasi parte di voi. Siate felici per il modo in cui il vostro uomo si sente responsabile del vostro benessere e di quello del bambino. Siate felici di scoprire cose nuove su voi stesse. Siate felici di avere più diritto di quanto non ne abbiate mai avuto prima di fare esattamente ciò che ritenete giusto. Siate felici di essere turbate dal bambino che piange e strilla e non riesce a prendere il latte che voi non vedete l’ora di dargli. Siate felici di tutte quelle sensazioni tipicamente femminili che non si possono neanche cercare di spiegare ad un uomo. In modo particolare, so che sarete felici nel cogliere i segni, che gradatamente appaiono, che il bambino è una persona e che vi riconosce come persona. Godete di tutto ciò per voi stesse, ma il piacere che ricavate da quel gran pasticcio che è la cura del bambino è di vitale importanza anche dal punto di vista del bambino. Il bambino non vuole tanto ricevere il cibo giusto al momento giusto, quanto essere nutrito da qualcuno a cui piace farlo. Il bambino dà per scontate cose come i vestiti morbidi p la temperatura giusta dell’acqua del bagnetto. Ma ciò che non può esser dato per scontato è il piacere della madre nel vestirlo e nel fargli il bagnetto. Se provate piacere in tutto ciò, è come se per il bambino splendesse il sole. Ci deve essere piacere da parte della madre, altrimenti l’intera procedura diventa senza vita, inutile e meccanica.

Credo sia uno degli scritti più belli in assoluto di Winnicott, e credo sia ciò che ogni giorno mi ripeto in ciò che faccio “ci deve essere piacere”… ecco l’augurio per il nuovo anno che è alle porte non può che essere proprio questo… la gestione del capitale umano che è la tecnica che valorizza le Persone all’interno dei luoghi di lavoro non può non rileggere e riflettere sul Piacere…

Io vado verso la mia Itaca… a voi i miei migliori auguri di Buon Cammino…

2 Comments Add yours

  1. Adele scrive:

    Ci sono giorni, ci sono momenti, periodi, come questo che sto vivendo, in cui mi chiedo perché andare avanti, perché lottare…perché credere ancora, perché sperare quando le cose vanno male, quando sembra di aspettare invano qualcosa che non c’è e non ci sarà mai, quando credevi di esserti innamorata e invece cozzi con l’ennesima delusione, perché a volte la vita è così ingiusta e non solo con me e le mie baggianate ma anche e soprattutto con chi se la meriterebbe veramente una giustizia per le cose che da e che fa, per l’impegno e l’ingegno che mette ogni giorno…ma è così e a volte è inutile chiederselo e tutto quello che si può fare è viversela e cercare di andare avanti, di guardare avanti, di restare inquieti e di affrontare la propria inquietudine in modo costruttivo per se e per chi ci sta accanto. Questo tuo post mi dà delle risposte, mi fa capire che quando si ha una vera meta da raggiungere tutto quello che gira intorno è superfluo e utile nello stesso modo se può avvicinarci ad essa, se può farcela desiderare di più…l’esperienza, il viaggio, il cammino, le delusioni, le parole spese, i treni presi o persi sono il vero piacere, ciò che ci riempie e ci insegna anche se ci fa provar dolore…il piacere nel dolore della vita, nelle difficoltà, nelle cose che non vanno come vorremmo, nelle telefonate senza risposta, nelle mail che decidono il tuo futuro che non arrivano. Perché anche in una brutta situazione c’è sempre un lato positivo, un lato che ci fa crescere nel nostro cammino, e perchè anche ogni piccola o grande sofferenza che sia fa parte di quel piacevole viaggio verso la nostra meta! Buon anno e buona Itaca Dav!

    Mi piace

  2. Mary scrive:

    “Lancia il tuo cuore oltre l’ostacolo, e corri a raggiungerlo.”
    Una frase che mi ‘rincorre’ da tempo ormai. Tra Milano, Torino, Matera… me la sono ritrovata tra le mani, davanti agli occhi. E mi è tornata in mente quando ho letto (e riletto alcune volte… che masochista! :p ) questo post.
    Di solito, la si usa (esperienze pregresse) per parlare d’amore, quello cercato, atteso e sperato, il sentimento spesso alla base del rapporto tra due persone… ora però, se l’autore del blog consente e tollera questa mia ‘deriva da bacio perugina’, vorrei tentare (brevemente) di usarla in un modo un po’ meno ‘banale’/scontato, cercando di spiegare cosa intendo dire.🙂

    Il proverbio dice anche:
    “… ma se l’amore è lo stimolo a raggiungere il cuore lanciato oltre l’ostacolo, questo non si esaurisce mai. Ciò che può esaurirsi non è amore.”

    Cercando di arrivare al nocciolo della questione…
    “Era lì per dirmi che senza il Piacere, qualsiasi cosa si faccia non ha senso…” ma non è l’amore, più che il piacere? Non è l’amor che muove il sole e l’altre stelle, come diceva… chi… Dante? Non è l’amore nel fare le cose, la passione che una persona ci mette che fa aumentare le possibilità di raggiungere la meta e che rende il percorso per arrivarci più soddisfacente, anche se disseminato di ostacoli, bivi, tempeste?
    O sono sinonimi e/o li stiamo usando come tali, in questo contesto?

    “in ciò che faccio “ci deve essere piacere”… ” anche qui, ‘amore’ ci sta meglio, secondo me. O questa parola è troppo inflazionata e stucchevole? Anche perchè, per come la vedo io, il piacere dovrebbe essere il coronamento di tutto, la sensazione che si prova una volta raggiunta la vetta, scalata la montagna, espugnato il fortino.

    Per il resto… condivido tutto, come già detto altrove: belle le citazioni, poetico l’intento di fondo, ma è la piccola sottigliezza linguistica che mi lascia perplessa… o sarà solo un mio piccolo ‘delirio’ da tardo pomeriggio di inizio 2012?🙂

    Buon viaggio in ogni caso… e attenzione alle sirene!😉

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...